Giovanni Rana premia dipendenti: stipendi aumentati del 25%

Piano straordinario di 2 milioni. Previsto anche un ticket mensile di 400 euro per le spese di babysitting e una polizza assicurativa in caso un dipendente fosse contagiato

Giovanni Rana, presidente dell’omonimo pastificio veronese guidato dal figlio Gian Luca, ha varato un piano straordinario di aumenti salariali per 2 milioni di euro. Un riconoscimento speciale che l’azienda ha voluto riconoscere per i 700 dipendenti che in questo momento difficile stanno continuando a lavorare nei 5 stabilimenti in Italia permettendo così la continuità degli approvvigionamenti alimentari durante l’emergenza Coronavirus.

Oltre alla maggiorazione dello stipendio del 25% per ogni giorno lavorato, è previsto anche un ticket mensile straordinario di 400 euro per le spese di babysitting. Il piano decorrerà retroattivamente dal 9 marzo e coprirà anche il mese di aprile.

Rana ha inoltre deciso di stipulare una polizza assicurativa a favore di tutti i dipendenti, compresi quelli in smart working, in caso di contagio da Covid-19, a integrazione del rafforzamento delle procedure di sicurezza e prevenzione già messe in atto dall’azienda.