Primavera in quarantena: come prendersi cura di capelli e pelle

Il cambio di stagione, anche in tempi di isolamento forzato, è un periodo in cui il nostro corpo ha bisogno di maggiori cure e attenzioni. Un processo fisiologico che generalmente non ha conseguenze nel breve periodo, ma numerosi fattori possono incidere negativamente sulla salute della nostra pelle, dei capelli e sulla crescita sana delle unghie.

«Lo stress, ma anche uno stile di vita scorretto, con consumo eccessivo di fumo e alcolici, nonché un’alimentazione povera di vitamine e minerali condizionano in maniera negativa il modo in cui il nostro corpo affronta questo particolare periodo dell’anno» spiega la dottoressa Giovanna Geri, farmacista, nutrizionista e co-fondatrice della startup Vitamina, la prima piattaforma italiana di integratori alimentari personalizzati, 100% made in Italy e consegnati a domicilio. Ci sono alcuni accorgimenti, tanto semplici quanto importanti, che possono aiutarci ad affrontare al meglio questo periodo di transizione.

«Arricchire la dieta con numerose porzioni di frutta e verdura giornaliere, per garantire il giusto apporto di vitamine, minerali e antiossidanti – consiglia l’esperta di Vitamina – evitare l’utilizzo di prodotti cosmetici non adatti al nostro tipo di capello, pelle o unghia e trattamenti troppo aggressivi e in un ultimo, ma non meno importante: integrare la propria dieta con integratori alimentari specifici».

«In questo periodo non dovrebbero mancare le vitamine del gruppo B – essenziali per la struttura e la difesa della pelle e dei capelli – e, in particolare, la biotina, o vitamina B8 che, oltre a prevenire la caduta dei capelli, è fondamentale anche per pelle e unghie, in quanto regola la produzione di sebo e sembra aumentare lo spessore delle unghie – aggiunge la dottoressa Geri di Vitamina – La vitamina C, poi, rinforza la pelle donandole tono ed elasticità, poiché promuove la naturale sintesi di collagene, oltre a contrastare il danno indotto dai radicali liberi e favorire la riossigenazione del bulbo che permette al capello di crescere sano. In sinergia con lo zinco, infine, riduce i danni da raggi UV e da stress ossidativo cellulare, che causano invecchiamento cutaneo».

Le vitamane del gruppo B i trovano in alimenti come il: lievito di birra, il germe di grano, nell’erba medica, nell’ortica nella pappa reale, polline, riso intero, grano intero, legumi, nocciole, mandorle, noci, banane, tuorlo d’uovo, carne di maiale, tonno, ortaggi verdi freschi, patate, semi di lino macinati, alga spirulina.

La vitamina C è presente in peperoni, pomodori, kiwi e negli agrumi, particolarmente concentrata nel frutto di ciliegia amazzonica, l’acerola, e nella rosa canina.

Tags: