Belluno, prete-infermiere scende in campo contro il Coronavirus

Don Alessio Strapazzon, parroco di Castellavazzo, in corsia come volontario all’Ospedale San Martino

Azienda Ulss 1 Dolomiti, Belluno, 24 marzo 2020 – Don Alessio Strapazzon, parroco di Castellavazzo, ma anche infermiere, è rientrato come volontario in Ulss 1 Dolomiti per l’emergenza Coronavirus. Da ieri presta servizio in Pneumologia Covid all’Ospedale San Martino di Belluno.

Prima della vocazione, infatti, don Alessio si è laureato in Scienze infermieristiche all’Università degli studi di Padova, sede di Feltre. E vista l’emergenza, non ha esitato a dare la propria disponibilità a rientrare in corsia come volontario.

Ieri il primo turno, proprio in area Covid.

«Ho sentito il bisogno di aiutare» racconta don Alessio, «ho sempre percepito la professione come una famiglia. E come in tutte le famiglie, al bisogno ci si aiuta. La mia scelta è sostenuta dalla fede. Il Signore ci ha insegnato ad amare il prossimo. In questo momento, per me, amare il prossimo significare rientrare in corsia. Ieri ho fatto il mio primo turno. Mi sono sentito bene».

(Nella foto Don Alessio Strapazzon, ricevuta dall’ufficio stampa dell’Azienda Ulss 1 Dolomiti)

Tags: