Conte, altro decreto: multe fino a 3 mila euro per chi vìola regole

Il premier in conferenza: «I presidenti delle regioni possono adottare misure più restrittive». E sugli scioperi: «Spero non ce ne saranno, il Paese in questo momento non se li può permettere»

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto che introduce multe fino a 3 mila euro per chi non rispetta le regole per arginare la diffusione del Coronavirus. Non è prevista la confisca di auto, moto e veicoli. Inoltre Conte ha smentito che le misure restrittive saranno prorogate fino al 31 luglio. «Quello è lo spazio dell’emergenza. Siamo pronti, quanto si potrà, a toglierle e siamo fiduciosi che presto si potrà tornare al nostro stile di vita».

Il premier ha inoltre fatto sapere che sono stati regolamentati i rapporti tra governo e regioni ed ha specificato che i governatori «possono adottare misure più restrittive qualora lo ritengano necessario purché convalidate entro sette giorni con decreto del presidente del consiglio dei ministri il quale resta l’unica autorità in grado di disporre in via urgente e temporanea misure che comprimono le libertà costituzionali». Infine ha auspicato l’assenza di scioperi «perchè il Paese in questo momento non se li può permettere».

Sull’uso dell’esercito ha detto: «Ben venga ma l’ordine pubblico non si mantiene dando l’immagine di una militarizzazione del Paese. Lo stiamo già utilizzando come le pattuglie dell’Operazione Strade Sicure, stanno integrando il lavoro delle Forze dell’Ordine, che è già efficace». Inoltre «la filiera alimentare sarà assolutamente garantita e posso garantire che sarà assicurato il rifornimento di carburante».