Gli hacker-sciacalli non si fermano: finte assicurazioni Covid-19

La Polizia postale lancia un nuovo allarme per truffa on-line: «Cancellare mail sospette»

Altra allerta della Polizia Postale: nuova campagna di phishing che propone falsi aggiornamenti delle assicurazioni sanitarie per la copertura da covid19.

«Un’altra delle numerose campagne di phishing che stanno cavalcando cinicamente l’onda della pandemia da Coronavirus finge di fornire un’assicurazione sanitaria per poi sottrarre credenziali di login di Microsoft Office365 – scrivono gli agenti specializzati nei crimini informatici sulla loro pagina Facebook – Le vittime ricevono un’email che propone l’aggiornamento della loro attuale polizza assicurativa sanitaria mirato a comprendere anche la copertura per il COVID-19. Cliccando sul pulsante che consente di completare il pagamento dell’importo, le vittime, sono reindirizzate a un sito di phishing».

In alcuni casi i Cyber criminali hanno imitato una comunicazione del direttore esecutivo di un’azienda relativa a nuovi piani assicurativi con copertura per il nuovo virus. L’invito della Polizia Postale è di diffidare da questi e da simili messaggi, evitando accuratamente di aprire gli allegati che essi contengono. Per tutte le informazioni e segnalazioni gli utenti possono consultare il commissariato virtuale della Polizia Postale.

 

Tags: