Aiuti spesa, Conte: «Poco più di un’elemosina, Treviso non è il Sud»

Il sindaco di Treviso e presidente dell’Anci Veneto ha definito questa mattina «poco più di un’elemosina» i soldi destinati al governo per aiutare le persone indigenti a fare la spesa, in concomitanza con lo sblocco del fondo di solidarietà.

«Al Sud ci sono problematiche diverse – ha poi spiegato a TgCom24 – A Treviso ho il problema che il 30-35% delle attività potrebbero non riaprire. I fondi andavano dati in maniera più precisa e mirata. Dopo un mese di emergenza noi sindaci saremmo stanchi di vedere i decreti annunciati il sabato sera per poi rispondere ai cittadini al lunedì. Vorremmo essere coinvolti di più e anche più liberi di gestire questi voucher, questi fondi. Se metto in fila le persone che oggi a Treviso rischiano di morir di fame e metto in fila le persone che oggi a Treviso  rischiano di chiudere l’attività, la seconda fila è molto più lunga». Le frasi di Conte hanno suscitato dure reazioni nel centrosinistra, a partire da quella del segretario dem veneto Bisato.

(Ph facebook – Conte)

Tags: ,