Spritz di “contrabbando”, multata barista cinese nel Veneziano

Nello scorso fine settimana i Carabinieri della Compagnia di Mestre hanno scoperto a Maerne di Martellago (Venezia),
una barista di origini cinesi, che serviva spritz e altri alcolici ai clienti, in barba alle misure di sicurezza per evitare il contagio da Coronavirus. Ufficialmente il bar era chiuso, con tanto di serrande abbassate e cartelli, ma nel retro la barista aveva allestito una specie di locale clandestino come nei film sul proibizionismo americano.

I clienti e la titolare sono stati colti sul fatto e sanzionati, per il bar è scattata anche la sanzione accessoria della chiusura per 5 giorni.

(Fonte: Adnkronos)

(Ph. Shutterstock)

Tags: ,