Passeggiate con i figli, sì o no? Il Viminale chiarisce

Una nuova circolare inviata ai prefetti mette i puntini sulle i e allenta le misure restrittive

Il Viminale ha inviato una nuova circolare ai prefetti dove si chiariscono alcuni aspetti sulle restrizioni in atto per combattere contro l’emergenza Coronavirus. In particolare è consentito «ad un solo genitore» di «camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all’aperto, purché in prossimità della propria abitazione».

Rimane «non consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto ed accedere ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici», e «l’attività motoria generalmente consentita non va intesa come equivalente all’attività sportiva (jogging)». Possibile invece, precisa il testo, camminare «in prossimità della propria abitazione».

Il viceministro dell’Interno Vito Crimi ha commentato su Twitter: «C’è una buona notizia, nonostante i tempi difficili. Con l’ultima circolare del Viminale abbiamo accolto l’appello al diritto alla passeggiata per i bambini: a ciascun genitore sarà consentito camminare con i propri figli di minore età in prossimità della propria abitazione».

Fonte: Adnkronos

(ph: shutterstock)