Ospedale Fiera Milano: terapia intensiva più grande d’Italia costruita in 10 giorni

Questa mattina l’inaugurazione: una volta a regime ci saranno 200 posti e altrettanti medici anestesisti con circa 500 infermieri

«Abbiamo fatto in 10 giorni ciò che in maniera ordinaria si fa in qualche anno». Con queste parole il presidente della Fondazione Fiera, Enrico Pazzali, presenta il nuovo ospedale e centro di terapia intensiva a Fiera Milano, realizzato in poco più di una settimana per far fronte all’emergenza Coronavirus. Una volta a regime ci saranno 200 posti di terapia intensiva e altrettanti medici anestesisti, che dovrebbero arrivare a 220 con circa 500 infermieri. «Credo sia la terapia intensiva più grande d’Italia. Tutto questo – sottolinea – non sarebbe stato possibile senza le oltre 1.200 donazioni, da chi ha messo 5 euro a chi ha messo milioni. Abbiamo raccolto quasi 21 milioni di euro, che consentiranno di chiudere questo progetto. Oggi siamo qui per prendere atto di un grande risultato, abbiamo realizzato il meglio che si poteva fare in questi 10 giorni in una situazione drammatica. Milano e la Lombardia stanno combattendo una battaglia incredibile e noi abbiamo fatto qualcosa che speriamo sia di aiuto in questa battaglia».

Fontana: «E’ il simbolo della ripresa della Regione»

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana: «Si è lavorato in maniera indefessa e qui è stato realizzato un ospedale di altissima qualità e tecnologia che potrà diventare un punto di riferimento per la rianimazione per tutto il paese, tanto è vero che il Governo ha già detto di voler riprodurre ciò che è stato fatto in fiera al centro Italia e al sud Italia come garanzia, diga alle necessità che si dovessero verificare. Questo sarà il simbolo della battaglia vinta sul Coronavirus, sarà il simbolo della ripresa della regione. A una condizione: non abbiamo vinto ancora niente. Mi raccomando: non diffondiamo troppo entusiasmo perché non abbiamo vinto niente. Bisogna ancora rimanere a casa e rispettare le regole, solo così potremo vincere definitivamente la nostra battaglia».

Bertolaso: «Abbiamo mantenuto promessa»

Guido Bertolaso, ex capo della protezione civile, ingaggiato da Fontana come superconsulente per le iniziative messe in atto contro il virus, ha inviato un messaggio: «Avevamo fatto una promessa e l’abbiamo mantenuta. Non abbiamo realizzato un ospedale da campo, non abbiamo realizzato un lazzaretto: abbiamo creato un vero ospedale specialistico. Sapevo a cosa andavo incontro, ma sono fiero di aver accettato questo incarico e fiero di averlo portato a termine. Ho immediatamente accolto l’invito cercando di supportare con il mio team la programmazione e l’organizzazione del progetto. La scelta del governatore ha assunto un carattere esemplare non solo per l’Italia, che potrà essere replicata a breve in altre regioni, ma anche in ambiti internazionali. Grazie alla Regione, alla Fiera e al mio team abbiamo realizzato un’opera di cui andare fieri».

Fonte: Adnkronos

(ph: imagoeconomica)

Tags: