Iniziativa dell’Anpi: «Il 25 aprile tutti alle finestre a cantare Bella Ciao»

Le nuove disposizione per l’emergenza Coronavirus: «Esponete simboli antifascisti. Dalla crisi ne usciremo, Costituzione alla mano»

«Il 25 aprile ricorre il 75mo anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, la data dell’insurrezione finale e vittoriosa della Resistenza, il 25 aprile 2020 osserveremo ed inviteremo ad osservare le disposizioni di controllo dell’espansione della pandemia, resteremo in casa per evitare il diffondersi del contagio, collaborando alle esigenze dell’emergenza necessariamente temporali, stringendoci alle famiglie delle vittime e alle persone sole in questo momento, ringraziando tutti coloro che stanno fronteggiando la pandemia e a tutti coloro che debbono continuare il loro lavoro». Così l’ordine del giorno approvato dal direttivo del comitato Provinciale dell’Anpi di Roma in merito alla giornata del 25 aprile.

«Il 25 aprile in tutta Italia, a Roma e in Provincia, dalle nostre finestre e dai nostri balconi con l’Associazione nazionale esporremo i tricolori e i fazzoletti dell’Anpi, e invitiamo tutti con noi ad esporre simboli antifascisti per il 25 aprile 2020, 75mo della finale vittoriosa insurrezione della Resistenza d’Italia al nazifascismo e a cantare Bella Ciao, simbolo della Resistenza in tutto il mondo», sono le disposizioni previste. «Questa crisi insegna che possiamo venirne fuori solo tutte e tutti insieme, con la Costituzione, nessuna esclusa e nessuno escluso. Diciamolo anche noi, ne usciremo, Costituzione alla mano, se si penserà a tutti e a tutte», conclude l’Anpi Roma.

(ph: imagoeconomica)

Tags: