La cultura (della grappa) non si ferma: il progetto di Jacopo Poli

Il Museo della Grappa, fondato 27 anni fa, con i suoi 12.000 visitatori di media mensili, si colloca tra i Musei d’Impresa più visitati d’Italia (Fonte Museimpresa) e attraverso il suo operato facciamo da sempre formazione intorno al tema dei distillati. Ha quindi deciso di costruire un progetto digitale, gratuito, che possa essere utile agli italiani che sono bloccati in casa in questo momento.

Il progetto si chiama “Discovering Grappa”, 20 video pillole, in continuo aggiornamento, tenute da Jacopo Poli (in foto), curatore del Museo e amministratore delle Poli Distillerie, su storia, curiosità e tecniche di distillazione.

«Quanto vale la bottiglia di Grappa che ho trovato nella cantina di mio nonno? Quando è nata la Grappa di monovitigno? Questa sono alcune delle domande che di frequente riceviamo al Museo della Grappa che, con i suoi 12.000 visitatori mensili, si colloca tra i Musei d’Impresa più visitati d’Italia – spiega in una nota Jacopo Poli -. Abbiamo deciso quindi di dare una risposta attraverso brevi video che raccontano le curiosità della più rinomata acquavite Italiana».

ph Grappa Poli

«Discovering Grappa è quindi un progetto digitale, gratuito, in continuo aggiornamento, pensato per dare informazioni su storia, cultura e tecnica della distillazione. Diversi video racconti sono già disponibili sulla piattaforma Youtube delle Poli Distillerie e sul canale ufficiale Facebook, dove sono state già superate le 700.000 visualizzazioni. Mai come in questo momento crediamo sia importante proporre contenuti di qualità e fare la nostra parte nell’aiutare gli Italiani a tenere alto lo spirito».

Discovering Grappa è disponibile sul doppio canale Facebook e YouTube.

Tags: