La crisi vista dai librai, a Venezia nascono i “MarcoPoloBOND”

In un momento in cui si parla molto di Coronabond e bonus spesa, una libreria di Venezia, città già colpita duramente dall’acqua alta dello scorso autunno, ha voluto lanciare un’iniziativa ironica, ma allo stesso tempo molto creativa, che fa intendere la voglia di non mollare mai e di sapersi rialzare sempre tipico dei Veneti. «Per darci un po’ di respiro in questo momento, abbiamo pensato anche a un altro modo per finanziare la libreria, grazie al contributo di lettrici e lettori: i MarcoPoloBOND – spiegano i titolari su Facebook -. Una formula diversa di buoni acquisto: i soldi dati ora, fra qualche mese si trasformeranno in libri da leggere. Rispetto ai soliti buoni, chi acquista un MarcoPoloBOND decide di investire nella libreria, acquistando un buono adesso e usandolo in futuro».

«Non chiediamo donazioni (comunque gradite) ma un finanziamento a tempo. L’importo del buono è libero, secondo le possibilità di chi può e vuole partecipare in questo momento. Si può scegliere invece la data di inizio validità (spendibilità) con tre opzioni: MarcoPoloBOND base: inizio validità primo settembre 2020, MarcoPoloBOND medio: inizio validità primo gennaio 2021, MarcoPoloBOND super: inizio validità primo maggio 2021. Per sottoscrivere un MarcoPoloBOND, mandate una mail a indicando importo e tipo (base/medio/super), e vi risponderemo con tutte le istruzioni per il pagamento».

Tags: ,