«Screening sierologico, Emilia Romagna chieda aiuto al Veneto»

L’interrogazione dei consiglieri leghisti: «Il Veneto ha già individuato quali siano i kit più affidabili tra i tanti disponibili sul mercato. Dobbiamo collaborare e coordinarci»

«Collaborare e coordinarsi con la Regione Veneto, in modo da utilizzare, per lo screening sierologico, la stessa metodica, ottenendo dati esattamente confrontabili anche a livello epidemiologico». Questa la richiesta dei consiglieri della Lega dell’Emilia Romagna con un’interrogazione a prima firma Emiliano Occhi. «L’Organizzazione Mondiale della Sanità – sottolineano i leghisti – ha divulgato un documento nel quale si afferma che i test rapidi per il rilevamento degli antigeni di Covid-19 (test sierologici), pur non essendo raccomandati per l’individuazione dei casi, saranno destinati a rivestire un ruolo importante nella ricerca e nella sorveglianza».

E aggiungono: «L’Associazione microbiologi clinici italiani (Amcli) ha dichiarato che non sono neppure note le performance analitiche dei singoli kit diagnostici disponibili in commercio, tanto che per alcuni kit i dati di sensibilità analitica sono modesti mentre per altri i falsi negativi raggiungono la quota dell’80%». Per questo i leghisti mettono in evidenza che «la Regione Veneto, coadiuvata da esperti di fama nel campo bio-medico, ha ormai terminato la valutazione dell’affidabilità di numerosi kit sierologici per Covid-19, in modo da individuare quali dei tanti disponibili sul mercato possano essere utilizzati efficacemente per lo screening degli operatori socio-sanitari, senza incorrere nei problemi evidenziati dall’Amcli».

Pertanto, chiedono alla Giunta «quali siano i test sierologici per Covid-19 utilizzati per lo screening, dove e come siano stati validati nonché quali siano i relativi dati di specificità e di sensibilità”. L’interrogazione oltre alla firma di Emiliano Occhi è stata siglata da Daniele Marchetti, Valentina Stragliati, Maura Catellani, Fabio Bergamini, Andrea Liverani, Matteo Rancan, Michele Facci, Matteo Montevecchi, Gabriele Delmonte, Massimiliano Pompignoli, Stefano Bargi, Fabio Rainieri e Simone Pelloni.

(ph: imagoeconomica)

Tags: