Coronavirus, Ennio Doris: «No a patrimoniale, piuttosto nazionalizziamo»

«Una patrimoniale sarebbe un errore clamoroso perché la gente prenderebbe ancor più spavento. I consumi
crollerebbero in maniera ancora più drammatica» lo ha detto in un’intervista pubblicata oggi sul quotidiano La Verità
il presidente di Banca Mediolanum, il padovano Ennio Doris, aggiungendo che «queste idee resistono solo nella testa
di chi pensa che le tasse servano solo a redistribuire ricchezza».

«Per quanto grave sia la crisi ci sono sempre entità che possiedono denaro: fondi pensione, assicurazioni, grandi aziende. Negli ultimi giorni, per esempio, abbiamo notato grandi acquisti su Eni e Pirelli». L’idea di Doris quindi sarebbe quella di nazionalizzare i colossi industriali, «se necessario, come hanno fatto
intendere Germania e Francia. D’altronde – aggiunge Doris- il divieto sugli aiuti di Stato è caduto per tutti perché le regole pensate in tempi di pace non possono valere oggi».

Tags: