Giappone, nuova legge su videogiochi: solo un’ora al giorno e mai dopo le 22

Il “coprifuoco” sui videogame (che comprende anche gli smartphone) è stato fortemente criticato, soprattutto in questo momento di quarantena

Coprifuoco sui videogiochi: la prefettura di Kagawa, in Giappone, ha approvato un disegno di legge che limita a soli 60 minuti al giorno nei giorni feriali e 90 minuti al giorno nei fine settimana l’utilizzo di videogame da parte dei minori di 18 anni. In questo tempo si deve includere anche l’uso dello smartphone che non potrà essere utilizzato dopo le 22.

Il disegno di legge ha già iniziato a sollevare polemiche specialmente in un momento come questo in cui l’uso dei videogiochi e della tecnologia ha acquisito una nuova importanza durante la quarantena. Tanto che si parla già di revisione del testo.

(ph: shutterstock)

Tags: