Il Coronavirus costa ad ogni veneto 951 euro al mese

Secondo le stime Svimez, il lockdown per fronteggiare l’emergenza fa perdere al Paese 47 miliardi al mese, 37 al CentroNord e 10 al Sud

Gli italiani stanno pagando caro il lockdown per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Secondo i calcoli di Svimez, l’associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno il Paese sta perdendo circa 47 miliardi di euro al mese (il 3,1% del Pil italiano): 37 al Centronord, 10 al Sud. In particolare si tratta di 788 euro pro capite al mese nella media italiana: 951 euro al Centronord contro 473 euro al Sud.

Considerando una ripresa delle attività nella seconda parte dell’anno, il Pil nel 2020 si ridurrebbe dell’8,4%, registrando un -8,5% al Centronord e un -7,9% nel Mezzogiorno. Svimez calcola poi che sono “fermi” circa 2,5 milioni di lavoratori indipendenti: oltre 1,2 milioni al Nord, oltre 500 mila al Centro, quasi 800 mila nel Mezzogiorno. Si tratta in larga parte di autonomi e partite iva: oltre 2,1 milioni, di cui un milione al Nord, oltre 400 mila al Centro e quasi 700mila nel Mezzogiorno. Infine la perdita complessiva di fatturato è di oltre 25,2 miliardi in Italia, così distribuiti territorialmente: 12,6 al Nord, 5,2 al Centro e 7,7 nel Mezzogiorno.

(ph: shutterstock)