Coronavirus, morto il primo medico di base in Veneto

Samar Sinjab esercitava a Mira e aveva 62 anni. Si tratta della centesima vittima in Italia tra i medici di base

Ieri mattina è morta nel reparto di terapia intensiva di Treviso, dove era ricoverata da diverse settimane, la dottoressa Samar Sinjab. Si tratta del primo medico di base deceduto in Veneto. Esercitava a Mira e, nonostante avesse importanti fattori di rischio, ha continuato ad assistere i suoi pazienti con dedizione.

Per la Fimmg del Veneto e per tutti i medici di famiglia della regione – afferma Domenico Crisarà, segretario regionale Fimmg – questo è un «momento duro. E’ evidente che quello che abbiamo fatto non è stato sufficiente ma è altrettanto evidente che questa morte, le altre situazioni gravi e le contaminazioni dei medici di medicina generale è prima di tutto il risultato della scarsa attenzione che numerose aziende sanitarie hanno dedicato ai medici di famiglia e di continuità assistenziale. Forniture assolutamente inesistenti di dispositivi di protezione, nessuna prevenzione, se non in queste ultime settimane, attraverso l’esecuzione di tamponi con tempi di refertazione che superano spesso i 10 giorni e che non vengono ripetuti con nonostante il contatto continuo con i pazienti, hanno portato a questa giornata di lutto».

(ph: shutterstock)

Tags: ,