Zaia: «Virus può essere recidivo: portate mascherina, salva la vita»

Il presidente nel punto stampa di oggi, 16 aprile: «Stiamo predisponendo il ritorno alla normalità di alcuni ospedali». «Nuova ricerca da intuizione veneta: farmaco contro tumore alla prostata per combattere il Covid»

Il presidente del Veneto Luca Zaia nel punto stampa di oggi 16 aprile, commenta il bollettino regionale. «Ho parlato con Crisanti e confermo che la macchina va. Abbiamo notizia di almeno un centinaio di persone al giorno che si recano dal medico di base o al pronto soccorso con sintomi quindi teniamo ben a mente che il virus c’è ancora anche se i dati calano. Non avrei mai pensato di affrontare una tragedia simile che ci porta a più di 800 morti».

«La direzione è presa e ci sta facendo pensare e sperare. Stiamo predisponendo l’abbassamento della guardia su alcuni ospedali e li riportiamo alla normalità. I positivi saranno solo nei Covid Hospital. Questo virus dà in tutti i Paesi dei fenomeni di recrudescenza quindi fondamentale continuare a rispettare le regole e portare la mascherina. I nostri medici al fronte hanno avuto positività per l’1,3%. Questo ci dice che l’uso dei dispositivi di protezione sono stati strategici. La mascherina salva la vita».

«Buona notizia: il New England Journal of Medicine pubblicherà una ricerca partita dall’intuizione del professor Pagano: c’è una proteina che è il veicolo per infettare le cellule, il covid utilizza questo enzima per entrare e infettare, e c’è una seria correlazione tra i trattati al cancro alla prostata con un farmaco che inibisce il tumore e le difese contro il coronavirus. Sia il tumore alla prostata che il coronavirus utilizzano questo mezzo di trasporto per entrare nell’organismo e infettarlo».

«Abbiamo superato i 52 milioni di donazioni, grazie a tutti»