Djokovic: «Contrario a vaccino obbligatorio, così non gioco»

Il tennista serbo non ci sta e boccia la proposta dell’ex numero uno Wta Mauresmo

«Io sono contrario alla vaccinazione e non vorrei essere costretto da qualcuno a vaccinarmi per essere idoneo a viaggiare». Queste le parole del numero uno del ranking Atp, Novak Djokovic che si dichiara contrario all’ipotesi lanciata dall’ex numero uno Wta, Amelie Mauresmo, di porre come condizione necessaria per riprendere a giocare
nel circuito mondiale del tennis la vaccinazione contro il coronavirus, quando sarà disponibile.

«Se dovesse diventare obbligatorio dovrei prendere una decisione – dice il 32enne serbo, secondo quanto riportato dal Guardian -. Ho la mia opinione in merito, se poi cambierà ad un certo punto, non lo so. In teoria, se la stagione riprendesse a luglio, agosto o settembre, sebbene ciò sia improbabile, capisco che un vaccino diventerà un requisito necessario dopo la fine della quarantena ma ricordiamoci che ad oggi non c’è alcun vaccino».

(ph: shutterstock)

Tags: