Coronavirus: studio Francia, con 6% infetti immunità bassa per evitare seconda ondata

Parigi, 21 apr. (Adnkronos Salute) – Meno del 6% dei francesi avranno contratto il coronavirus al momento in cui, il prossimo 11 maggio, inizierà a essere allentato il lockdown, indica uno studio dell’Istituto Pasteur pubblicato oggi. La ricerca, firmata da Simon Cauchemez, evidenzia che “l’immunità della popolazione è insufficiente per evitare una seconda ondata” dell’epidemia, se non saranno rispettate rigorose misure di distanziamento sociale anche in futuro. 
Il dato, il 5,7% della popolazione pari a 3,7 milioni di persone che in Francia avrebbero contratto il Covid-19 con o senza sintomi, tamponi e ricoveri, “è di gran lunga inferiore” al 70% della popolazione che consente la cosiddetta ‘immunità di gregge’. I ricercatori hanno aggregato i dati raccolti dagli ospedali francesi con il calcolo del tasso di contagi definito sui casi della nave da crociera Diamond Princess. 
Il tasso di contagio del Covid-19 passa, secondo questo modello, da 3,31 persone in media senza il confinamento a 0.52 con il lockdown. “L’intervallo di incertezza di questo modello è importante e varia fra il 3 e il 10%. Ma anche nel caso estremo non cambierebbe davvero la natura del problema, per cui rimarremmo molto lontani dal 70% di cui avremmo bisogno per uscire dal confinamento senza problemi”, sottolinea l’autore della ricerca. 

Tags: , ,