Coronavirus: Rio Mare dona 150mila lattine al Banco Alimentare Lombardia

Milano, 23 apr. (Adnkronos/Labitalia) – Rio Mare dona più di 150.000 lattine a Banco Alimentare Lombardia per fronteggiare l’emergenza covid–19. La crisi sanitaria che il nostro Paese sta vivendo a causa del coronavirus e il lockdown delle attività lavorative, ha reso lo scenario economico e sociale sempre più precario e incerto. Sono aumentate le persone che ricorrono all’assistenza degli enti caritativi, oltre a quelle che, già prima dell’epidemia, vivevano in condizioni di indigenza”. In questo contesto, Rio Mare ha deciso di contribuire concretamente attraverso la distribuzione di un prodotto completo, sicuro e controllato – come il tonno – grazie alla quale sono state aiutate nell’immediato famiglie in difficoltà e persone senza fissa dimora”, spiega una nota dell’azienda.
“In un momento difficile come quello attuale, sentiamo ancora di più la responsabilità nei confronti delle persone e delle comunità nelle quali operiamo -afferma Luciano Pirovano, Sustainable Development Director di Bolton Food (Food Unit di Bolton Group)-. Come Bolton Food portiamo sempre avanti un impegno importante: salvaguardare il benessere delle persone garantendo prodotti alimentari sicuri, controllati e di qualità. Adesso questo impegno è ancora più sentito e il nostro obiettivo è anche quello di non lasciare nessuno indietro. Questa è la visione comune di tutto il Gruppo Bolton”.
“Vogliamo essere sempre più vicini al territorio e, per questo, ci impegneremo, in modo ancora più proattivo, a rispondere alle richieste di nuove situazioni emergenziali che questa pandemia ha determinato e determinerà anche in futuro, quando l’emergenza sociale sarà più evidente. Ci teniamo a ringraziare l’Associazione banco Alimentare Lombardia e tutti i volontari che ci hanno permesso di creare un circolo virtuoso per essere vicini a chi in questo momento storico così difficile è ancora più fragile”, spiega Pirovano.
“Ringraziamo Bolton per la continuità del sostegno alle nostre attività –afferma Marco Magnelli, direttore di Banco Alimentare della Lombardia- ed in particolare per l’importante aiuto in questa situazione. La crisi ha aumentato le persone bisognose e stiamo facendo di tutto per recuperare e distribuire cibo a chi è in difficoltà. La forza di questa amicizia è tale che Bolton si è attivata subito per essere al nostro fianco in modo concreto. La partnership con Bolton è un modello virtuoso di come sia possibile e di grande beneficio un rapporto tra persone che si stimano, credono negli stessi valori e soprattutto si vogliono bene.”
La donazione rafforza una partnership ormai storica con Banco Alimentare Lombardia. Rio Mare sostiene l’Associazione dal 2011, donando le eccedenze della propria produzione e i prodotti non vendibili provenienti dai punti vendita della Gdo. Dal 2014, inoltre, organizza l’iniziativa di solidarietà “Un Tonno per tutti” che dà la possibilità ai consumatori di contribuire a donare una lattina di tonno a Banco Alimentare.
L’edizione 2020 si è da poco conclusa ma, a questa, si aggiungeranno altre raccolte che Rio mare intende organizzare nel corso dell’anno, a sostegno del territorio e del tessuto sociale di cui è parte integrante. Grazie ad altri programmi, come Siticibo, l’azienda è inoltre riuscita a recuperare fino ad oggi 8.800 pasti non consumati dalla mensa dello stabilimento di Cermenate, nel Comasco, a cui si sommano gli oltre 3 mila chili di alimenti recuperati nel 2019 dalla linea produttiva delle Insalatissime: un progetto che si inserisce all’interno del Food Poverty Lab, l’iniziativa di Banco Alimentare della Lombardia e Altis (Università Cattolica di Milano), per rispondere a un bisogno concreto: avere una pianificazione delle eccedenze alimentari.