Come funziona il test rapido per la ricerca degli anticorpi Covid-19

Il video realizzato dagli specialisti dell’Ulss 4 Veneto Orientale. La rilevazione viene effettuata sulla base di un piano regionale

Azienda Ulss 4 Veneto Orientale, San Donà di Piave, 24 aprile 2020 – Oggi vi facciamo vedere come funziona il test rapido per la ricerca degli anticorpi che possono farci capire l’eventuale contagio da coronavirus.
Come vedrete il test è composto da tre elementi di riscontro: un parametro che identifica la corretta esecuzione del test, i parametri IgM ed IgG.
Sintetizzando ed esemplificando al massimo la lettura del test:
1 – se i parametri IgM ed IgG non si colorano è molto probabile che nella persona non siano presenti gli anticorpi contro il virus e dunque evidenziano che non si è avuto contatto diretto con il virus, oppure che l’infezione sia in fase precoce e l’organismo non abbia ancora iniziato a produrre anticorpi;
2 – se le linee IgM ed IgG si colorano entrambe, è probabile che sia stata contratta la malattia.
Questi test, come del resto i noti tamponi, vengono effettuati dal personale dell’Ulss4 Veneto Orientale sulla base di un piano regionale, cioè sulle categorie ad elevato rischio di contagio come lavoratori della sanità, case di riposo, comunità per disabili, forze dell’ordine, persone in isolamento fiduciario domiciliare.

(Video tratto dalla pagina Facebook istituzionale dell’Ulss 4 Veneto Orientale)