Dai Fridays for Future nasce #RitornoAlFuturo

Roma, 24 apr. (Adnkronos) – “Un’ampia schiera di movimenti e associazioni lancia oggi #RitornoAlFuturo (www.ritornoalfuturo.org), un piano necessario per la rinascita del Paese, per risollevarsi dalla crisi economica e da quella climatica. La proposta nasce da Fridays For Future, il movimento di giovani per il clima che nell’anno appena passato ha portato più di un milione di persone in piazza solo nel nostro Paese per chiedere azione contro la crisi climatica”. Ad annunciarlo gli attivisti del movimento.
“Una settimana fa, in un’accorata pubblicata da tutti i quotidiani del paese, abbiamo lanciato il nostro appello: usciti da questa pandemia dobbiamo ricostruire un mondo nuovo – spiegano – Non possiamo permetterci di scoprire, domani, un futuro ancora più indifeso di fronte all’emergenza climatica, inerti davanti a una crisi economica peggiore di quella del 2008. La transizione ecologica è la strada migliore per rilanciare l’occupazione e redistribuire benessere, per creare lavoro e al contempo evitare che nuove crisi dovute al riscaldamento globale si abbattano su di noi”.
“Un appello da subito firmato da decine di scienziati e che si arricchisce ora dei più grandi nomi del panorama ecologista italiano: Greenpeace, Wwf e Wwf Young, Legambiente, Terra!, Stop-Ttip si sono aggiunte al gruppo dei promotori, stendendo una lista di sette punti cardine per la transizione – continuano – Un elenco, quello degli aderenti, destinato ad allungarsi, e che si estenderà presto anche al mondo sindacale, dell’associazionismo, dei comitati”.
Oggi, in occasione del Global #DigitalStrike, “pubblichiamo i punti della nostra campagna: rilanciare l’economia investendo nella riconversione ecologica, riaffermare il ruolo pubblico nell’economia, realizzare la giustizia climatica e sociale, ripensare il sistema agroalimentare, tutelare la salute, il territorio e la comunità, promuovere la democrazia, l’istruzione e la ricerca, costruire l’Europa della riconversione e dei popoli”.