Padova, protesta contro Conte: parrucchieri si incatenano al negozio [VIDEO]

«Lei e la sua beata squadra di espertoni non sapete cosa vuol dire lavorare, non lo avete mai fatto un giorno in vita vostra. Delle sue grandi promesse non abbiamo visto un centesimo. Da noi si deve aspettare solo una rivolta»

Questa mattina, alla luce degli annunci fatti ieri sera dal premier Giuseppe Conte sulla fase due per l’emergenza Coronavirus, il titolare del salone per parrucchiere e centro estetico “La Dolce Vita” di corso Milano a Padova si è incatenato simbolicamente nel proprio negozio.

«Penso che tutti ipotizzavamo di riaprire a breve. Ieri sera Conte e la sua beata squadra di espertoni ci viene a dire che forse apriremo a Giugno. Siamo in 6 famiglie, voi non sapete cosa vuol dire lavorare, non lo avete mai fatto un giorno in vita vostra. Lei si rende conto cosa vuol dire stare chiusi per 3 mesi? Delle sue grandi promesse non abbiamo visto un centesimo. E lei in tutto questo si sforza a stanziare redditi di cittadinanza? Da noi si deve aspettare solamente una rivolta».