Gruppo Crai smette di vendere mascherine: «50 centesimi troppo pochi»

«Non possiamo venderle ad un prezzo inferiore al loro costo di acquisto. Il governo risolva al più presto questa situazione»

Il Gruppo Crai (al quale fanno capo le insegne Crai, Pellicano, Caddy’s, IperSoap, Pilato, Proshop, Risparmio Casa, Saponi e Profumi, Shuki e Smoll) ha deciso di ritirare le mascherine dalla vendita. Lo ha annunciato in una nota dove spiega che «si vede costretto a ritirare dalla vendita, dai negozi del Gruppo, le mascherine chirurgiche a causa del prezzo imposto massimo di 50 centesimi».

«Siamo nell’impossibilità – si afferma ancora – di vendere le mascherine ad un prezzo inferiore al loro costo di acquisto. Confidiamo che il governo voglia risolvere al più presto tale situazione in modo da consentirci di riprendere la vendita delle mascherine in questione».

(ph: shutterstock)

Tags: