Renzi: «Se i morti potessero parlare ci direbbero di riaprire»

Il leader di Italia Viva: «Se fase due non parte noi fuori da maggioranza. Se Conte ha i numeri con Berlusconi vada avanti con lui»

«Il Coronavirus è una bestia terribile che ha fatto 30mila morti nel modo più vigliacco ma noi non siamo dalla parte del Coronavirus quando diciamo di riaprire, onoriamo quei morti. La gente di Bergamo e Brescia che non c’è più, se potesse parlare ci direbbe di riaprire». Lo ha detto Matteo Renzi in Aula al Senato provocando un vespaio di polemiche e indignazioni.

In serata, durante la trasmissione Porta a Porta, il leader di Italia Viva ha rincarato la dose: «Se la gente non vede arrivare i soldi è evidente che la fase due non parte ed è evidente che noi non possiamo stare in maggioranza: in quel caso non sono io che faccio il meccano o il Lego delle nuove maggioranze: penso che non si andrà a votare perchè non ci sono le condizioni per andare a votare fino al 2023, penso che in Parlamento vedremo se ci sarà una nuova maggioranza. Quello che è certo è che per me se Conte ha i numeri con Berlusconi per andare avanti, io non ho nessun problema nè nei confronti di Conte nè di Berlusconi».

(ph: imagoeconomica)

Tags: