Coronavirus, USA insistono: «Partito da laboratorio Wuhan»

Il segretario di Stato americano Mike Pompeo, l’equivalente del nostro ministro degli Esteri, figura molto importante dell’amministrazione Trump insiste su AbcNews sulla teoria del virus creato in laboratorio. «Ci sono enormi indizi del fatto che è lì che è iniziato – ha detto -. Abbiamo detto fin dall’inizio che questo virus ha avuto origine a Wuhan, in Cina».

«Ricordate che la Cina ha una storia di infezioni propagate nel mondo e ha una storia di laboratori al di sotto degli standard. Questa non è la prima volta che abbiamo avuto il mondo esposto a virus come risultato di errori in un laboratorio cinese».

Quanto alla possibilità che sia stato diffuso intenzionalmente, Pompeo afferma di non avere «nulla da dire su
questo. Credo che vi sia ancora molto da sapere. Ma posso dire questo: abbiamo fatto del nostro meglio per cercare di rispondere a queste domande. Abbiamo cercato di inviare un team, l’Oms ha cercato di inviare un team. Ma nessuno è stato autorizzato ad entrare in quel laboratorio o in altri, ce ne sono molti in Cina. Il rischio rimane. Il partito comunista cinese si è rifiutato di collaborare con gli esperti mondiali».

Tags: