Vicenza, Maltauro (Lega): «Per la sinistra i commercianti sono evasori»

«Condanniamo senza se e senza ma quanto sta girando nei social della città. Siamo dalla parte di chi lavora e di chi produce , persone che in maniera pacifica e silenziosa hanno dimostrato il loro dissenso». Così Jacopo Maltauro (in foto) , vicecapogruppo Lega in Comune a Vicenza, commenta il post dell’ex vicepresidente dell’associazione Centro di Cultura Fotografica. «Il primo maggio – esordisce Maltauro – numerosi commercianti, p.iva e artigiani sono scesi in piazza per manifestare, in maniera pacifica e ordinata, il loro dissenso rispetto alla situazione che stanno vivendo. Nei social è iniziato a girare un post a dir poco vergognoso, cancellato dopo poche ore. Come Lega condanniamo non solo il metodo ma anche e soprattutto i contenuti, pensiero che chiaramente appartiene ad una parte di sinistra che mal sopporta chi è abituato a guadagnarsi il pane e che vede nella p.iva non una risorsa ma solo evasori da perseguire. I commercianti, le p.iva, gli artigiani, gli imprenditori sono l’anima di questa città e di questo paese, coloro che addossandosi il rischio d’impresa tengono in piedi il sistema e pagano gli sprechi di altri».

«Chi è sceso in piazza il primo maggio – ricorda il vicecapogruppo Lega – sono le stesse persone che in queste settimane, nonostante le difficoltà, si sono ingegnati con pasti a domicilio, servizi innovativi e consegna dei pasti a volontari e medici impegnati nella battaglia al coronavirus. Quello che ci preoccupa come Lega – conclude Maltauro – non è tanto e solo il post, piuttosto il pensiero che anima un mondo della sinistra ben radicato in città, pensiero che vede i commercianti come una casta da perseguire e mungere. Noi abbiamo una visione totalmente opposta , vicini a queste risorse che creano e danno lavoro, siamo molto rammaricati della brutta caduta di stile e del retro pensiero che evidentemente anima questi esponenti».

Leggi qui tutte le nostre notizie sull’argomento

Ph. Comune Vicenza