Fase 2 a Vicenza: nessun assembramento, traffico in leggero aumento

Afflusso sotto controllo, non è stato necessario aggiungere altri bus. Dalle 15 aperti anche i parchi

Sono entrate in vigore con oggi 4 maggio e saranno valide fino al 17 maggio le disposizioni nazionale, regionali e comunali della cosiddetta fase 2. Tutti i provvedimenti sono pubblicati sulla pagina informativa che il Comune dedica al Coronavirus sul sito istituzionale. L’ordinanza regionale n. 44 del 3 maggio 2020, in particolare, costituisce un sintetico vademecum sulle principali disposizioni vigore, dalle visite ai congiunti alle uscita da casa con mascherina, fino alla modalità di effettuazione dell’attività sportiva e motoria all’aria aperta. Oggi pomeriggio, peraltro, sarà pubblicata una nuova ordinanza regionale che chiarisce ulteriormente disposizioni e divieti.

A questo proposito il sindaco di Vicenza Francesco Rucco conferma l’apertura contingentata dei parchi recintati a partire dalle 15 di oggi. Fin da questa mattina il trasporto pubblico locale gestito da SVT è stato organizzato in modo da accogliere a bordo non più di 1/3 della portata ordinaria. L’afflusso di utenza, dotata obbligatoriamente di mascherina, guanti o gel igienizzante, non è stato mai tale da richiedere l’introduzione di nuovi mezzi a supporto del programma di esercizio studiato per questa fase.

Dichiara Matteo Celebron, assessore alla mobilità: «Siamo in contatto diretto con la Regione Veneto e con Svt, gestore del servizio sul nostro territorio, con l’obiettivo di monitorare continuamente l’affluenza al trasporto pubblico locale». L’avvio della fase 2, che ha consentito l’apertura di attività industriali e artigianali, ha fatto registrare, secondo la polizia locale, un leggero aumento del traffico dovuto sostanzialmente alla presenza di camion, autocarri e mezzi commerciali.

Tags: ,