Bassano, azzerate le rette di nidi e asili per aprile e maggio

Il sindaco Pavan ha annunciato la prosecuzione del provvedimento a sostegno delle famiglie

Azzerate le rette di nidi e scuole d’infanzia per i bassanesi anche nei mesi di aprile e maggio. Si tratta di una conferma di quanto annunciato lunedì dall’Amministrazione comunale durante un incontro con i responsabili di nidi privati e scuole d’infanzia paritarie. «Come già indicato nell’atto di indirizzo di Giunta dello scorso 18 aprile – spiega il sindaco, Elena Pavan– abbiamo deciso di dare un altro aiuto concreto alle famiglie bassanesi».
«Dopo aver fatto il punto sul contributo erogato alle scuole private e paritarie per il mese di marzo – continua l’assessore al Bilancio, Roberto Marin- e verificato che con il nostro aiuto abbiamo portato ad annullare i costi a carico delle alle famiglie, abbiamo deliberato un concreto ulteriore contributo destinato per le rette di aprile e maggio che dunque saranno azzerate non solo per le strutture comunali ma anche per quelle private. Stiamo parlando di una cifra tra i 100 e i 130 mila euro complessivi che ci permetterà di assicurare l’azzeramento dei costi per rette degli asili nido e le scuole d’infanzia a tutte le famiglie residenti a Bassano». 
«L’incontro di lunedì con i responsabili delle scuole d’infanzia e dei nidi privati – commenta l’assessore all’Istruzione, Mariano Scotton – ha confermato la bontà del nostro primo intervento e ha dimostrato la strada indicata anche nell’ultimo indirizzo di giunta è quella più giusta da percorrere per aiutare concretamente scuole e famiglie. Ma non basta, abbiamo già iniziato a lavorare per i prossimi mesi e, se ci verrà consentito, per organizzare i centri estivi. Anche qui il nostro contributo economico risulterà importante e sarà fondamentale per consentire al maggior numero di famiglie di accedere a questo prezioso servizio, a costi contenuti. Con le scuole ci siamo dati appuntamento tra due settimane quando,  speriamo, si potranno prendere decisioni definitive per i servizi educativi della prossima estate».

Tags: ,