Brugnaro: «Vogliamo vivere di lavoro, non di sussidi. Riaprire tutto oggi stesso»

Il sindaco di Venezia: «Fino ad oggi non ho fatto ordinanze e non ho intenzione di farne, resto rispettoso dello Stato. Ma chi ha protestato ha ragione»

«Fino ad oggi non ho fatto un’ordinanza e non ho intenzione di farne, resto rispettoso dello Stato. Dico solo che quei commercianti, quelle guide turistiche, quei parrucchieri che vogliono riaprire e che chiedono solo di lavorare, hanno ragione. Credo di poter avere il diritto di dare ragione a quelle categorie che non capiscono perchè non possono cominciare a lavorare». Lo ha detto il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro questa mattina a Rai Radio Uno. «Devono aprire assolutamente, oggi stesso, non c’è nessun motivo per non farli aprire, sono persone responsabili, sono i nostri cittadini e sono totalmente in sicurezza».

Passando al tema turismo, il primo cittadino ha detto: «Nelle nostre spiagge rischiamo di perdere clienti che vengono da noi da 30 anni, turisti tedeschi ed austriaci. Rischiamo, non perché ci siano i flussi verso altri paesi, ma perché non si apre. Dobbiamo dare norme e riaprire il nostro Paese: la gente vuole vivere del proprio lavoro, non chiede sussidi pubblici ed elemosina, ma il rispetto del diritto costituzionale: il diritto al lavoro», ha concluso Brugnaro.

Tags: ,