Manifesti a Feltre: «Invece di chi va a correre, odia chi ti manda a lavorare»

I carabinieri, grazie alle telecamere di sorveglianza, hanno individuato il vandalo che ha imbrattato muri e vetrine prendendosela con Confindustria

«Invece di chi va a correre, odia chi ti manda a lavorare! Confindustria assassina!»: questa la scritta sulle decine di manifesti comparsi oggi a Feltre (Belluno). Immediato lo sdegno per il gesto e la solidarietà per l’associazione da parte del deputato e coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Luca De Carlo: «Tutto il mio sostegno a chi vuole lavorare garantendo la sicurezza dei propri lavoratori. Ancora una volta, si dimostra la cecità e l’ipocrisia dei soliti vandali riconducibili a una certa area politica: si condanna come assassini chi, tutelando la salute dei propri dipendenti, vuole riprendere il lavoro e salvare migliaia di posti di lavoro, che vuol dire garantire un futuro a migliaia di famiglie». «In questo delicato momento, è necessaria la massima unione per cercare di limitare le già pesanti perdite economiche e occupazionali: questo, ma evidentemente per qualcuno è troppo difficile da capire, non vuol dire certamente sacrificare la vita dei lavoratori, che sono la prima ricchezza di ogni azienda. Tutta la mia solidarietà quindi a Confindustria Belluno Dolomiti, ai suoi vertici e a tutte quelle realtà economiche e imprenditoriali finite nel mirino dei soliti nullafacenti benpensanti», conclude De Carlo.

Secondo quanto riportato dal Gazzettino, l’autore è stato preso dai carabinieri grazie alle telecamere di sorveglianza: si tratta di un 20enne feltrino. Oltre alle scritte contro Confindustria nei cartelli si leggeva: «Se devo scegliere fra pagare la spesa o pagare l’affitto, piuttosto non pago niente». «Molte persone si stanno trovando seriamente a porsi queste domande: il Governo aiuta le imprese e i negozi, ma non aiuta coloro che non possono pagare l’affitto ora che non ricevono più lo stipendio: che senso ha sospendere il mutuo, se poi mi sfrattano?». E ancora: «L’affitto costa troppo, non siamo tutti sulla stessa barca. Prenditela con chi se lo merita».

(ph: shutterstock)

Tags: ,