Strano trasloco durante il lockdown: sequestrato quasi un quintale di “maria”

La Guardia di Finanza di Vicenza ha arrestato due cittadini di nazionalità serba: in due garage stipati 78 chili di droga

Nel corso di un operazione di contrasto ai traffici illeciti effettuato nel territorio vicentino nel pomeriggio dell’altro giorno, i finanzieri del Comando Provinciale di Vicenza hanno tratto in arresto, poiché trovati in possesso di circa chili di marijuana, i cittadini di nazionalità serba entrambi incensurati, S.S. di anni 54 e M.P. di anni 53, il primo residente a Schiavon (VI) e titolare di una ditta edile mentre il secondo, benchè irregolare nel territorio nazionale, dimorante ad Altavilla Vicentina (VI), non risulta abbia mai dichiarato redditi nel territorio nazionale né risulta attiva una posizione lavorativa.

In particolare, i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, impegnati nell’esecuzione di controlli in Montecchio Maggiore (VI), hanno notato dei movimenti sospetti presso un garage di un’unità immobiliare e, in dettaglio, hanno rilevato operazioni di scarico e carico di vari scatoloni di cartone da auto e furgoni che, anche alla luce delle vigenti misure restrittive degli spostamenti per contenere l’emergenza epidemiologica da Covid-19, sono apparse anomale.

Constatato che i due soggetti, poi tratti in arresto, hanno infine fatto accesso nel garage in questione, i militari delle fiamme gialle sono intervenuti e vi hanno rinvenuto e sequestrato 25 scatoloni contenenti un totale di 99 involucri di plastica, per un peso complessivo di quasi 53 chili di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

Gli accertamenti immediatamente condotti sul posto anche con l’ausilio delle unità cinofile antidroga Zack e Rey hanno permesso, altresì, di individuare un ulteriore garage sito a Creazzo (VI) in uso ai medesimi soggetti stranieri, ove, con l’ausilio dei Vigili del Fuoco, si è riusciti ad accedere e nel quale sono stati recuperati e sottoposti a sequestro ulteriori 9 scatoloni contenenti un totale di 44 involucri di plastica, per un peso complessivo di circa 25 chili della medesima sostanza stupefacente.

A conclusione dell’attività antidroga che ha reciso un canale di approvvigionamento dello spaccio in provincia di stupefacenti, i due sono stati tratti in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed associati alla Casa Circondariale di Vicenza a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

L’attività condotta dalle Fiamme Gialle beriche si inquadra nell’alveo della costante azione del Corpo finalizzata al controllo economico del territorio, a contrasto dei traffici illeciti e, in particolare, del grave fenomeno del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Tags: ,