Rogo Marghera, Baretta: «Serve conversione industriale»

Il sottosegretario all’Economia e candidato sindaco di Venezia: «Disastro prevedibile, non può più accadere»

«Il disastro avvenuto stamattina alle 3V di Sigma crea preoccupazione ed allarme. Innanzi tutto per i lavoratori colpiti ai quali va tutta la solidarietà. Purtroppo si tratta di un disastro prevedibile». Lo dichiara il sottosegretario all’Economia e candidato sindaco di Venezia, Pier Paolo Baretta, in una nota. «Solo pochi mesi fa i lavoratori dell’azienda coinvolta avevano scioperato, chiedendo condizioni di lavoro più sicure e denunciando l’insufficienza dell’impianto antincendio», ricorda il sottosegretario.

«Occorre una svolta rispetto al modello di sviluppo di Porto Marghera per una conversione industriale, che combini opportunità di lavoro con la necessaria sostenibilità ambientale – sottolinea Baretta -. Tutto questo avviene a ridosso delle case dove vive la popolazione della terraferma, a pochi chilometri dagli incommensurabili patrimoni artistici veneziani e in un ambiente lagunare delicatissimo. Non può più succedere».

«Nel frattempo – aggiunge il sottosegretario – dobbiamo ripensare anche al sistema di allarme per la popolazione, un allarme che deve essere tempestivo e allargato a tutto il territorio potenzialmente a rischio chimico. Ora si accertino con urgenza gli effetti ambientali dell’incidente».