Vacanze all’italiana, arriva il bonus: tutte le informazioni

Come funziona, chi può richiederlo e dove spenderlo

Arriva il bonus vacanze, il contributo inserito nel Decreto Rilancio per sostenere chi deciderà di trascorrere le proprie vacanze in Italia. Arriverà fino a 500 euro per le spese sostenute per i soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi e bed&breakfast. Ma vediamo nel dettaglio tutte le informazioni.

Chi può richiederlo

Potranno accedere alla misura le famiglie con un reddito Isee fino a 40 mila euro. L’importo è modulato in base alla numerosità del nucleo familiare: 500 euro per le famiglie composte da 3 o più soggetti, 300 per le famiglie di due persone e 150 per le famiglie di 1 persona.

Come funziona

Il bonus può essere richiesto dal 1° luglio al 31 dicembre 2020. L’80% sarà uno sconto diretto del corrispettivo pagato alla struttura ricettiva scelta mentre il restante 20% sarà una detrazione dall’imposta sul reddito. La maggior parte del bonus, quindi, sarà anticipato dagli albergatori e solo in un secondo momento rimborsato dallo Stato sotto forma di credito di imposta.

Condizioni

Per accedere al credito il pagamento del servizio reso dal singolo albergo, agriturismo o bed & breakfast deve essere corrisposto senza l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator (quindi niente Airbnb, Booking, Expedia ecc). Le spese vanno sostenute in un’unica soluzione, serve la fattura elettronica o un altro documento commerciale, dove sia indicato il codice fiscale del beneficiario.

(ph: shutterstock)

Tags: