Zaia, il leghismo torna alle origini: «Ora federalismo»

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, intervistato da Radio24, dopo aver ribadito l’intenzione di portare in tribunale il governo per la mancata assegnazione dei fondi per le zone rosse, ha parlato di autonomia, usando però come termine un vecchio cavallo di battaglia della Lega delle origini. «L’Italia resta l’ufficio complicazioni affari semplici – ha detto -. Bisogna ridurre le catene decisionali e decidere una volta per tutte di uscire dal medioevo dato dal centralismo e passare al nuovo rinascimento che è dato da un Paese moderno con il federalismo e l’autonomia che non è sottrazione di potere come la vedono a Roma, ma assunzione di responsabilità da parte dei territori e con il coronavirus lo abbiamo dimostrato. Questo Paese con le potenzialità che ha può imboccare un nuovo corso passando a una totale riforma dello Stato in senso federalista».

 

Tags: