Lana Del Rey salta Verona e non recupera: Codacons vuole class action

Il concerto all’Arena di Verona della popstar Lana Del Rey originariamente previsto per il 9 giugno è cancellato. La data non potrà purtroppo essere riprogrammata nel 2021, pertanto i biglietti saranno rimborsati in base all’art. 88 del Decreto Legge 18 del 17 marzo 2020 (convertito in legge il 24 Aprile 2020) per cui gli acquirenti avranno la facoltà di richiedere un “voucher” di pari valore a quello indicato sul biglietto precedentemente acquistato e comprensivo, dunque, del diritto di prevendita. Il voucher potrà essere richiesto entro il 19 giugno 2020.

Dal Lucca Summer Festival all’Arena di Verona, fino a tantissimi altri live annullati a causa del coronavirus: immediata restituzione di quanto pagato dagli utenti per eventi e concerti saltati,e dimissioni del Ministro della cultura Dario Franceschini. A chiederlo è il Codacons, che sta ricevendo le richieste di aiuto di migliaia di spettatori che si sono visti cancellare concerti e altri spettacoli previsti per i prossimi giorni, annunciando un ricorso alla Commissione Europea.

«In questo momento i diritti dei consumatori sono calpestati sia dal Governo, che col Decreto rilancio ha introdotto la misura dei voucher come forma di rimborso di eventi annullati, sia dagli organizzatori degli spettacoli, che pur consapevoli che i concerti di alcuni artisti non saranno più replicati, rifiutano di restituire quanto pagato dagli
spettatori, concedendo solo buoni da spendere per altri spettacoli -spiega il presidente Carlo Rienzi- Un po’ come se un consumatore acquistasse una automobile, e al suo posto gli venisse concesso un buono per acquistare una barca, nonostante l’acquirente non sappia nuotare o non ami il mare. Di fronte a tale situazione il Ministro
della Cultura Franceschini farebbe bene a dimettersi».

Ph Facebook Verona Boxoffice

Tags: ,