«Basta terrorismo psicologico da virologi o per piscine sarà catastrofe»

Il via a palestre, piscine ed impianti sportivi ha dato il là’ al «terrorismo psicologico dei virologi. Spaventano la gente ed il risultato sarà catastrofico per il settore piscine». Lo ha detto all’Adnkronos Luigi Barelli, tra i fondatori con il campione mondiale di nuoto Giorgio Lamberti di Agisi, neonata associazione sorta durante l’emergenza da Covid per promuovere gli interessi dei gestori di impianti sportivi italiani, commentando quanto affermato da Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università degli Studi di Milano che mette in allerta dall’ambiente «caldo e umido, specie se ci sono le docce, e subito dopo lo sport per una riduzione delle difese immunitarie naturali».

«Ci sono dei protocolli di sicurezza che rispettiamo alla lettera con investimenti nostri e nonostante si esca da tre mesi di fermo totale che hanno messo in crisi tutte le società; Prescrizioni numeriche e servizi da dare a chi li ha pagati, che garantiremo con voucher. Ma non c’è luogo più sicuro delle piscine e con il terrorismo psicologico non riapriranno, provate come già sono dagli oneri a carico delle società».

«Per riaprire rimettendosi a norma servono almeno 40mila euro. E parliamoci chiaro: chi ha riaperto ci ha messo
del suo. Il bando a fondo perduto di Invitalia – elenca Barelli – dopo poche ore è stato infatti chiuso; il fondo di garanzia fino 25mila euro si è risolto in un nulla come la cassa integrazione; i 600 euro ai collaboratori sportivi di marzo sono arrivati solo ai 2/3 del personale; ogni settimana escono decine di normative tra Stato, Conferenza stato regioni, Federazioni….Ma questo è un settore in cui quando riapri una piscina i costi corrono, pertanto va aiutato in modo
particolare…E dal punto di vista della spesa sanitaria l’investimento del Governo nello sport di base, come il nuoto,
dovrebbe essere un dovere».

«Abbiamo il tutto pieno – conclude con entusiasmo il presidente del Centro sportivo Villa Flaminia – La palestra è stata spostata nel campo di calcio. La piscina sarà invece riaperta giovedì non per il numero dei posti in
acqua quanto degli spogliatoi».

(Fonte: Adnkronos)

(Ph. Shutterstock)

Tags: