Fase 2, a Padova «sciopero fiscale di sopravvivenza»

Roberto Agirmo, presidente di Gruppo InfoVacanze, in passato vicino ai movimenti per l’indipendenza del Veneto, in qualità di portavoce veneto del movimento “Agiamo adesso”, annuncia in un comunicato una manifestazione a Padova sabato 30 maggio alle 10 in Piazza Ermitani nell’ambito di una mobilitazione nazionale del suo movimento. «Le libertà personali sancite nella Costituzione sono state calpestate da questa classe politica! In Parlamento, asseriscono che sono al Governo in quanto cosi ha sancito la Democrazia. «In democrazia vince la maggioranza e questo è fuori ogni dubbio, ma quando si parla di società economica, di lavoro d’esigenze familiari e di cosa sia reale e cosa meno, l’evidenza dei fatti è quella che stabilisce chi ha torto e chi ha ragione! Questa classe politica ha torto su tutti i fronti! La cassa integrazione è ancora un miraggio per i più, dei contributi da 600 euro poi 800 ed infine 1000 per la maggioranza dei teorici beneficiari, sono ancora dei miraggi. L’apoteosi delle truffe comunicative risiede nel settore del Turismo e nel Bonus Turistico in particolare dove il governo di fatto ha dichiarato stanziamenti per 4 milioni ma sono del tutto evanescenti ed impraticabili» prosegue la nota.

«Non parliamo poi di settori completamente dimenticati, come il mondo della notte, i parchi divertimenti le guide turistiche le società di Bus e molte altre tipologie d’attività commerciali. Questa classe politica con la complicità del COVID 19 attraverso il Lockdown ha coperto il fallimento dello Stato e di fatto sta preparando gli Italiani alla svendita di ciò che è rimasto ai poteri economici sovra nazionali passando probabilmente attraverso delle patrimoniali che sono dietro l’angolo! Il disastro Italiano è legato alla gestione della Politica da parte dei partiti, tutti nessuno escluso Il Popolo deve essere parte attiva nel processo decisionale, noi il POPOLO chiediamo un radicale cambio nell’assetto istituzionale e riteniamo che le forme di DEMOCRAZIA DIRETTA siano l’unica possibilità per un futuro, sebbene difficile da affrontare almeno cosciente e consapevole, oggi purtroppo siamo nelle mani di molte persone che per interessi personali “svendono” il nostro futuro!».

«Il Popolo quindi scenderà in Piazza Eremitani il 30 Maggio in una manifestazione regionale ed autorizzata dalla questura, in modo diligente e democratico, le manifestazioni si stanno moltiplicando a livello nazionale, noi scenderemo in Piazza con la P di Popolo ben evidente e se le promesse del Governo non verranno mantenute IMMEDIATAMENTE con le disposizioni attuative che ancora mancano l’unico consiglio che ci sentiremo di dare a tutte le Partite Iva che interverranno sarà quello di percorrere la via dello «SCIOPERO FISCALE DI SOPRAVVIVENZA».

«Se di fronte alla scelta di vivere, mangiare pagare i fornitori ed i dipendenti o pagare le tasse, noi pagheremo i primi e le tasse ….. forse un giorno quando lo stato ci corrisponderà servizi adeguati all’imposizione fiscale vessatoria dalla quale siamo oppressi» conclude la nota.

 

Tags: ,