Vicenza, riaprono i primi sette parchi gioco sanificati

Quali sono e le regole per l’accesso

Dopo i parchi pubblici recintati riaprono i primi parchi gioco sanificati a Vicenza secondo le linee guida anti contagio. Questa mattina, infatti, il sindaco Francesco Rucco ha firmato l’ordinanza con la quale da domani martedì 26 maggio dispone la riapertura, con orario ordinario per tutti i giorni della settimana, dei parchi gioco di via dell’Ippodromo, Villa Tacchi, via Adenauer, via Rossini, via Cadamosto, via Mameli e del parco giochi non recintato di via Europa.

Le regole

Chi vi accede dovrà indossare la mascherina, compresi i bambini a partire dai 6 anni di età, e rispettare l’obbligo del distanziamento di almeno un metro dalle altre persone, ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o delle persone che non sono soggette al distanziamento interpersonale. Inoltre sarà necessario avere con sé il liquido igienizzante per la pulizia frequente delle mani, in particolare all’entrata e all’uscita dal parco.

Le parole del sindaco Rucco

«Le prescrizioni contenute nelle ultime linee guida disposte dal Governo sono ancora più cogenti e restrittive – dichiara il sindaco Francesco Rucco – per cui il lavoro per garantire la massima sicurezza ai fruitori dei parchi gioco è molto impegnativo. Dobbiamo infatti assicurare ai bambini la possibilità di tornare a giocare in sicurezza, evitando il più possibile i rischi di contagio e il ritorno del virus. L’impegno economico e operativo per raggiungere questo obiettivo è notevole, ma non ci sta fermando nella riapertura progressiva dei tanti parchi gioco di quartiere, dopo quella dei parchi recintati già avvenuta da qualche tempo. Ci appelliamo al senso di responsabilità dei genitori o di chi accompagnerà i bambini nei parchi gioco – aggiunge il vicesindaco con delega alla partecipazione Matteo Tosetto – per un utilizzo di queste aree in modo consapevole, adottando comportamenti adeguati, a protezione e per il rispetto di tutti».

Gli altri parchi

Questi primi sette parchi gioco vengono riaperti già da domani martedì 26 maggio perché la cooperativa che li ha in gestione è già in grado di eseguire le sanificazioni previste dalle linee guida. Dalla settimana prossima, grazie anche ad un fondo di 107 mila euro assegnato dallo Stato per le attività di sanificazione, anche molti altri parchi gioco cittadini saranno trattati e riaperti al pubblico. Sono inoltre già regolarmente aperti Parco Querini, il Giardino Salvi, il parco di Villa Guiccioli, il parco della Colonia Bedin Aldighieri, l’area verde “Padre Uccelli” a Porta Santa Croce, l’area verde dell’Oasi di Valletta del Silenzio e Parco Fornaci. In questi spazi, e nelle aree verdi non recintate, è obbligatorio indossare mascherine e guanti o gel igienizzante e vietato sedersi sulle panchine e sostare. È necessario rispettare la distanza di un metro dalle altre persone, ad eccezione del caso in cui si accompagnino minori o persone non autosufficienti. Inoltre è vietato creare assembramenti. La sanzione prevista per chi non osserva queste disposizioni va da 400 a 3 mila euro.

Tags: ,