«Liberista da divano», «Fancazzista da poltrona»: lite tra Arcuri e Calenda

Volano stracci tra il commissario all’emergenza Coronavirus e il leader di Azione

Volano stracci tra Domenico Arcuri, commissario all’emergenza Coronavirus e Carlo Calenda, leader di Azione. Tutto è cominciato da un’intervista al Fatto Quotidiano di Arcuri dove ha dichiarato: «Per me la partita mascherine è chiusa e vinta. Ne sono orgoglioso. Oggi abbiamo un’industria nazionale delle mascherine con ordini che già raggiungono un miliardo e mezzo di pezzi. E a settembre avremo solo mascherine italiane. In segno di pace, regalerò al leader dei liberisti da divano, Carlo Calenda, una scatola delle mascherine che abbiamo realizzato a un costo di produzione di 0,12 euro».

Non si fa attendere la replica di Calenda su Twitter: «Aiaiai il subcomandante Arcuri mi Incorona leader dei liberisti da divano. Magari detto da un fancazzista da poltrona è anche un complimento».

(ph: shutterstock)

Tags: