Regionali, Rizzotto (ZP): «Lorenzoni abdica, Pd Veneto senza candidato»

Il consigliere regionale: «Ora scopriamo la verità: la sinistra non vuole votare a luglio perchè deve ancora trovare un candidato»

«Il Partito Democratico Veneto, non ha più un candidato alle elezioni regionali del Veneto, dopo che Arturo Lorenzoni, nel corso di una diretta televisiva, ha ceduto il passo». Interviene con queste parole, il capogruppo di Zaia Presidente, Silvia Rizzotto, per commentare le dichiarazioni di Arturo Lorenzoni, candidato dem alle elezioni regionali del Veneto.

«A distanza di settimane, ora scopriamo la verità: la sinistra in Veneto, non vuole votare a luglio perché deve ancora trovare un candidato. Governare un popolo straordinario come quello Veneto – sottolinea la consigliera – è un orgoglio grande, e non può toccare a qualcuno, che durante una diretta su una importante emittente televisiva, si dichiara a fine maggio, già disponibile a cedere il passo».

«Spiace, peraltro, come venga strumentalizzato un nome come quello del Professor Andrea Crisanti, che sotto la guida del nostro Presidente Luca Zaia, ha collaborato, insieme ad una grande squadra in capo alla Regione del Veneto, ad uscire da questa terribile crisi sanitaria. Immagino il dramma del Partito Democratico Veneto: dopo essersi disintegrato per settimane sul nome di chi si sarebbe opposto al presidente Luca Zaia col 90% di consensi, ora, viene scaricato in televisione con collegamento skype. Guidare i Veneti, è un orgoglio, che chi non sente nel profondo del cuore non è degno di poter rivendicare», conclude Silvia Rizzotto.

Tags: