Recovery Plan, Moretti: «Risultato storico, senza Pd non ci sarebbe stato»

L’europarlamentare dem: «Riforma sanitaria, semplificazione burocratica, riforma fiscale e piano per il rilancio delle infrastrutture: queste le priorità»

«Oggi l’Europa, grazie al grande lavoro fatto dai socialisti europei, dal presidente Sassoli e dal governo, compie un altro passo in avanti e mostra il suo volto migliore: quello che coniuga la solidarietà con la responsabilità. Dal 1 giugno il Recovery Plan, oggi ribattezzato Next generation Eu, stanzia per la ricostruzione 750 miliardi di cui una cifra considerevole a fondo perduto. All’Italia spetteranno circa 173 miliardi che dovrà utilizzare al meglio senza sprechi nè inefficienze, all’insegna della sostenibilità». Lo sottolinea l’europarlamentare del Pd Alessandra Moretti.

«Adesso tocca al governo italiano che si è battuto per ottenere queste risorse, adoperarsi per adeguare l’Italia alle migliori esperienze europee e ricostruire il paese pensando alle future generazioni alle quali tanto è stato tolto e alle quali dobbiamo restituire un futuro migliore. Riforma sanitaria, semplificazione burocratica, riforma fiscale e piano per il rilancio delle infrastrutture: queste le priorità. A chiedercelo sono i nostri figli e solo una donna come la Presidente Von Der Leyen poteva chiamare il nuovo piano operativo Next generation Eu dedicandolo appunto a loro».

(ph: imagoeconomica)

Tags: