«Fate entrare in Arena 3 mila spettatori»: Salvini sostiene Sboarina

Il sindaco di Verona ha inviato la richiesta al ministro Franceschini. Il leader della Lega: «Daremo battaglia per questa splendida città». La replica di Businarolo (M5S): «L’Arena non è campo di battaglia politico»

«Nessun riscontro positivo, per ora, sulle richieste rivolte nei giorni scorsi al Governo da parte dell’Amministrazione e di Fondazione Arena, per il l’utilizzo dell’anfiteatro e per ottenere investimenti». Ad evidenziarlo il sindaco di Verona Federico Sboarina. «Abbiamo inviato al ministro Franceschini il protocollo operativo, predisposto il mese scorso dalla Fondazione, per garantire la sicurezza nell’Anfiteatro. Nello specifico, la possibilità di effettuare spettacoli in Arena per almeno 3 mila spettatori, la revisione della decurtazione del Fus legata alle produzioni e il finanziamento di risorse ad hoc per la specificità dell’anfiteatro e della stagione lirica. Per quanto riguarda la capienza non si capisce perché vi debba essere un numero imposto di spettatori. L’Anfiteatro di Verona è il teatro lirico all’aperto più grande al mondo con una capienza di oltre 13 mila spettatori. L’uguale capacità di pubblico per tutti, previsto nel decreto, non tiene conto della grandezza di ogni “contenitore culturale”. È come se si fosse fissato un numero massimo di clienti all’interno dei ristoranti, senza tenere in considerazione dimensioni e capienze di ognuno. La nostra richiesta è di farne accedere 3 mila, con un progetto innovativo per la sicurezza strutturato da tempo dalla Fondazione, prendendo come riferimento le indicazioni che sono poi diventate le misure obbligatorie per la riapertura di tutte le attività. Non si tratta di dare una deroga, ma di riconoscere il lavoro compiuto da Fondazione Arena che è pronta a garantire, sia per il pubblico che per gli artisti, la massima sicurezza».

Nella discussione entra anche il leader della Lega Matteo Salvini che sostiene la richiesta di Sboarina: «Il governo ignora le richieste del Comune di Verona che, con buonsenso e responsabilità, chiede di aumentare la capienza dell’Arena. Sono al fianco di questa splendida città: daremo battaglia affinché il governo, dopo aver accontentato i clandestini, finalmente possa ascoltare anche i Comuni italiani».

Arriva la replica di Francesca Businarolo, presidente della commissione Giustizia e deputata M5S: «L’Arena di Verona è un bene culturale patrimonio dell’umanità, oltre che della città di Verona e non può trasformarsi in un campo di battaglia politica. Il Comune chiede di aumentare la capienza, la risposta sarà di ordine sanitario, tutto il
resto sono chiacchiere e strumentalizzazioni che non aiutano né i veronesi né il settore dello spettacolo e del turismo così martoriato dalla crisi».

(ph: shutterstock)

Tags: ,