Verona, investe pedone e fugge: 88enne preso grazie alle telecamere

Si è fermato qualche istante al semaforo per poi dileguarsi senza prestare soccorso

Non è sfuggito all’occhio vigile delle telecamere. E nemmeno agli agenti che, incrociando i dati forniti da un testimone con le immagini registrate dalla videosorveglianza, l’hanno individuato nel giro di qualche ora. È un automobilista di 88 anni l’uomo che ieri mattina, poco prima delle 10, ha urtato un pedone in viale Colombo a Verona, senza poi fermarsi a prestare soccorso.

Da una prima ricostruzione è emerso che l’anziano, alla guida di una Mini rossa, stava transitando in prossimità dell’incrocio con corso Milano, quando avrebbe investito un uomo di 64 anni che stava attraversando la strada, schiacciandogli un piede. L’automobilista si sarebbe fermato qualche istante al semaforo, per poi ripartire verso San Zeno, senza verificare l’accaduto e dare assistenza al ferito.

Fortunatamente un passante, che si era fermato a soccorrere il pedone, aveva memorizzato approssimativamente il numero di targa del fuggitivo. E, grazie alle telecamere della zona, gli agenti sono riusciti a risalire all’auto incrociando i dati. Convocato presso gli uffici del Nucleo Infortunistica Stradale, l’automobilista è stato ascoltato e la sua posizione è ora al vaglio della Polizia locale. Il ferito, invece, è finito all’ospedale di Negrar per la frattura del piede.

Salgono a quota 25 gli incidenti stradali registrati nell’ultima settimana, uno dei quali gravi. Rispetto alla fase 1, con la ripresa degli spostamenti sono aumentati anche i sinistri. Nelle otto settimane di lockdown, tra il 9 marzo e il 3 maggio, la Polizia locale aveva rilevato complessivamente 41 incidenti sul territorio comunale, solo cinque a settimana.

Tags: ,