Coronavirus: virologo Silvestri

‘Non è escluso che si rimetta a causare infezioni più gravi