Sboarina: «Verona non può essere associata alla mafia»

Il sindaco commenta l’inchiesta su presunte infiltrazioni della ‘Ndrangheta in città: «Mi fa orrore, a maggior ragione se ha a che fare con amministratori pubblici. Stiamo lavorando per erigere muri invalicabili alle infiltrazioni»

«La giustizia deve fare il suo corso e accertare le responsabilità. La nostra città non può essere associata a attività illecite, tantomeno di stampo mafioso». Il sindaco di Verona Federico Sboarina commenta così l’inchiesta della Dda di Venezia su presunte infiltrazioni della ‘Ndrangheta in città.

«Ho sempre detto, senza mezzi termini, che le mafie di qualsiasi tipo mi fanno orrore, a maggior ragione se hanno a che fare con amministratori pubblici – continua il primo cittadino -. A Verona stiamo lavorando per erigere muri invalicabili alle infiltrazioni, proprio pochi giorni fa con il prefetto abbiamo lanciato l’allarme perché l’attuale crisi economica può essere terreno fertile. Dobbiamo fare di tutto per evitare nuove infiltrazioni, ma devono essere estirpate anche quelle vecchie», conclude.

Tags: ,