Coronavirus, 2 mila chili di cibo per i bisognosi a Padova

L’iniziativa di Coldiretti: «I nostri agricoltori vogliono essere vicini a chi è in difficoltà»

«Sono ben 2.000 i chili di generi alimentari a “km 0” raccolti finora nei mercati di Campagna Amica e distribuiti ai padovani che si trovano in stato di necessità». Ad affermarlo in una nota la Coldiretti Padova, a due mesi dall’avvio dell’operazione “spesa sospesa del contadino” per la raccolta di generi alimentari a favore dei bisognosi in difficoltà per la crisi da coronavirus.

«In questo periodo difficile per tutti, i nostri agricoltori vogliono fare qualcosa di concreto e dare un segnale di attenzione e vicinanza alle famiglie che si trovano in difficoltà  ̶  spiega il Presidente di Coldiretti Padova Massimo Bressan  ̶ . Le richieste arrivano da persone e famiglie che mai prima d’ora avevano sperimentato condizioni di vita così problematiche.  In tutto questo c’è un aspetto positivo: un’indagine nazionale di Coldiretti e Ixè rivela che quasi 4 italiani su 10 hanno dichiarato di partecipare a iniziative di solidarietà, anche utilizzando le operazioni di aiuto messe in campo dagli agricoltori con la “spesa sospesa”, come sperimentiamo a Padova».

Al mercato coperto di Campagna Amica a Padova, l’iniziativa di solidarietà prosegue ogni mercoledì pomeriggio e sabato mattina durante l’orario di apertura.

Fonte: Adnkronos

ph: www.campagnamica.it