Tumori: a Roma seconda conferenza annuale Soho Italy

Roma, 9 lug. (Adnkronos Salute) – Si terrà a Roma, dal 22 al 24 settembre, la seconda edizione della Soho Italian Conference. Soho Italy è l’estensione italiana della Society of Hematologic Oncology fondata negli Stati Uniti nel 2012. La conferenza si svolgerà in modalità residenziale secondo i protocolli di sicurezza anti-Covid, ma con una forte componente virtual. Per tutti i soci – riferisce una nota – sarà infatti possibile seguire la conferenza dal proprio dispositivo, garantendo la massima interazione, formazione e informazione non soltanto assistendo alle relazioni della sala plenaria, ma anche vivendo la sala poster e la sala sponsor, con possibilità di interconnessione con la Faculty, mediante social network.
L’evento, in programma presso l’A.Roma Lifestyle Hotel, sarà coordinato da Giovanni Martinelli, direttore scientifico dell’Istituto tumori della Romagna Irst Irccs, Claudio Cerchione, medico dell’équipe di Onco-ematologia Irst Irccs e già ambasciatore Soho in Italia, insieme a Gerardo Musuraca, responsabile Onco-ematologia dell’Istituto tumori della Romagna. “Iscrivendosi alla nostra società scientifica – spiega Martinelli – il partecipante avrà la speciale opportunità di seguire i lavori dei massimi esperti in campo ematologico, oltre a una serie di facilities quali: podcast dell’evento, accesso ai lavori delle conferenze 2019 e 2020, invio abstracts tramite la rivista partner della Soho Italy, ‘Hematology Reports’, che darà spazio anche ai contenuti Educational dell’evento”.
“Particolare attenzione – prosegue – verrà posta alla sottoscrizione degli abstracts da parte dei giovani ematologi under 45, con la straordinaria opportunità di vincere il premio ‘Soho Italy Rising Star’ che consiste nella partecipazione a un congresso internazionale in campo ematologico. Crediamo fortemente nella formazione di alta qualità per tutti pertanto l’iscrizione all’evento, sia in modalità virtuale che in presenza, e l’iscrizione alla società saranno a titolo gratuito”.
L’associazione, nata a settembre 2019 in occasione del primo congresso, “nasce per consolidare la partnership tra l’ematologia italiana e la Soho e ha come principale scopo il miglioramento dell’approccio al cancro, non solo attraverso la gestione clinico-terapeutica dei pazienti, ma anche attraverso il potenziamento della ricerca clinica e pre-clinica”, afferma Martinelli, che è uno dei presidenti e fondatori di Soho Italy insieme a Cerchione e Hagop Kantarjian, direttore del Leukemia Department del Md Anderson Cancer Center di Houston.
“L’obiettivo finale – continua Cerchione – è il raggiungimento di nuove frontiere nella gestione del paziente affetto da neoplasie onco-ematologiche, e offrire al paziente gratuitamente nella nostra nazione le migliori opportunità diagnostico-terapeutiche. Per garantire un pregiato sistema di ricerca clinica, la Soho Italy vorrà avvalersi tra i propri membri dei massimi esperti dell’ematologia nazionale, e offrire opportunità di espressione ai più validi ricercatori del nostro Paese, come già avvenuto nella prima conferenza del 2019. Inoltre la Soho Italy sta realizzando un ambizioso progetto: fare scuola nelle diverse patologie oncoematologiche, mediante la ‘Soho Italy School’ con la ‘Soho School of Multiple Myeloma’ e la ‘Soho School of Acute Leukemias’. L’obiettivo delle scuole è il coinvolgimento attivo dei giovani ematologi con il contributo del gotha del settore”.
L’evento sarà monitorato e aggiornato anche via social tramite gli account Facebook, Instagram e Twitter, e molteplici saranno i topics: leucemia linfoblastica acuta, leucemia mieloide acuta, mieloma multiplo, linfoma non Hodgkin e linfoma Hodgkin, leucemia linfocitica cronica, leucemia mieloide cronica, sindromi mielodisplastiche, sindromi mieloproliferative croniche, i cui relatori mireranno a confrontare lo stato dell’arte delle proprie realtà con l’obiettivo di delineare un percorso comune per combattere le patologie oncologiche ematologiche.

Tags: , ,