Il lato oscuro dell’economia: perché il mercato digitale continua a crescere al di là della crisi economica?

La pubblicità ha sempre subito il segno del marketing attraverso il tempo, ossia il periodo in cui è stata creata, questa è anche una caratteristica peculiare che attribuisce un fascino speciale alle tecniche di marketing utilizzate nel lasso di tempo specifico, ad esempio nel periodo della radio, poi della televisione e oggi di internet. Se in ogni media è possibile utilizzare una certa strategia, il mondo multimediale le comprende tutte, ogni attività di marketing diviene espressione specifica di un prodotto o servizio, attraverso l’immagine, le foto, i video e lo storytelling. Inoltre, è possibile svolgere la propria attività pubblicitaria in diretta attraverso i social network e comprendere meglio la direzione dei consumatori, ricavando un target specifico di clienti e colpendolo direttamente nella propria brama di shopping o hashtag di interesse.

Proprio perché oggi è possibile affidarsi ai social network, condividere storie e dirette su Facebook o immagini e foto su Instagram, utilizzare i market place più innovativi e frequentati dagli utenti o scegliere Pinterest per la vendita, si è verificato un fenomeno che si potrebbe quasi definire macabro e oscuro, durante un periodo di crisi economica mondiale scatenata dalla pandemia di Coronavirus nel 2020. Perché è proprio quest’anno, che verrà ricordato non solo nei libri di storia e medicina, ma anche in quelli di economia.

Il dato eccezionale che continua ad essere confermato con il passare dei mesi, è che nel 2020 l’eCommerce stanno registrando aumenti di fatturato, le vendite online da febbraio a maggio hanno confermato forti aumenti, fornendo ghiotte percentuali agli esperti del settore economico finanziario. Non c’è bisogno di riportare dati, basta fare un giro sul web per comprendere l’enorme efficienza che il mercato digitale ha dimostrato in un periodo storico extra – ordinario che ha visto chiudere tutte le attività commerciali fisiche, persino le persona hanno dovuto scontare il periodo di quarantena per debellare il virus. Ecco che già si delineano le prime motivazioni e concause che hanno visto l’eCommerce come un’ancora di salvezza in un porto tormentato.

Tutti a casa, compriamo online: vantaggi e svantaggi dello shopping online

In principio furono le televendite, certo era possibile acquistare soltanto facendo una chiamata telefonica, ma i brand erano comunque limitati al contesto televisivo, oggi invece, è possibile acquistare con un clic, leggendo le informazioni e le schede prodotto della merce che si acquista e dando un’occhiata alle recensioni del prodotto e ai feedback del venditore. Sicuramente è possible acquistare un prodotto con il miglior rapporto qualità prezzo andando oltre i confini nazionali, anche se questo significa molta più concorrenza per tutti i venditori.

Vantaggi e svantaggi dell’eCommerce s’intrecciano fra di loro, in mezzo c’è il marketing digitale che opera attraverso i multicanali che il web offre. Se i social network sono un veicolo principale per il marketing e per raggiungere più clienti e ricavare un target, i market place costituiscono l’autostrada economica più sicura, ma sicuramente non offrono tutti i vantaggi di un acquisto fisico in un negozio reale. Lo shopping online non consente di toccare la merce o di provarla al momento dell’acquisto, si pensi ai capi d’abbigliamento come vestiti o scarpe, inoltre, bisogna affidarsi ai negozi digitali o ai siti di market place più sicuri, onde evitare rischi di truffe o l’acquisto di merce scadente. Nonostante questi fattori negativi, il mercato digitale ha saputo combattere la crisi economica attuale, come già era accaduto in passato nel 2007 con la crisi economica delle banche.

In un momento storico dove le persone sono state costrette a restare in casa per un periodo di quarantena (da fine febbraio – inizio marzo, fino a maggio) il mercato online ha spiccato il volo, i siti più autorevoli come Nielsen hanno messo in evidenza come il mercato digitale possa diventare una nuova opportunità ai tempi della pandemia.

Mercato digitale come nuova frontiera dell’economia

Uno dei dati più eclatanti in questo primo semestre 2020, riguarda proprio gli utenti e le persone che per la prima volta hanno acquistato online, facendo cadere l’ultima barriera e inibizione nelle persone che non si fidavano del mercato digitale. Dando un’occhiata ai siti autorevoli e più affidabili, scopriamo che questa percentuale riguarda quasi l’80% dei nuovi utenti, dato che conferma l’eCommerce come nuova frontiera del mercato digitale nello specchio dell’economia.

Quello che è evidente è che questa nuova frontiera dell’economia digitale può rappresentare un trampolino di lancio (in questo caso anche di rilancio) per molti imprenditori, negozi, piccole e medie imprese, inoltre, mostra anche vantaggi per gli acquirenti, soprattutto in situazioni particolari negative, ossia quando si verificano crisi economiche. Con gli strumenti giusti e svolgendo il proprio lavoro con serietà, o facendo scelte oculate negli acquisti, la società si prepara a cambiare le sue abitudini per i prossimi decenni, già battezzati come l’era dell’economia digitale.

Tags: